Lunedì, 10 Aprile 2017 09:50

Buona scienza ma poca impresa: il paradosso della ricerca italiana

La Stazione Zoologica Anton Dohrn, fin dalla sua fondazione, ha fatto sua l'esigenza di comunicare la Scienza a un pubblico di non soli addetti ai lavori.
L'Acquario pubblico è stato il simbolo di questa vocazione.
Con la costituzione nel 2008 di un Comitato Scienza e Società si è voluta consolidare e sviluppare questa tradizione, creando un canale di comunicazione con il grande pubblico su temi di attualità nel campo delle scienze biologiche. Aderiscono al Comitato istituzioni scientifiche, culturali e accademiche che contribuiscono a delineare il programma scientifico annuale.

Buona scienza ma poca impresa: il paradosso della ricerca italiana

Gli investimenti in ricerca e sviluppo in Italia sono fermi a circa il 50% dei nostri vicini europei, eppure continuiamo ad esportare giovani ricercatori, spesso nelle fasi iniziali della loro carriera, in grado di competere anche nelle più prestigiose istituzioni scientifiche internazionali.
Ma non è solo la scarsità di mezzi a generare questo esodo o ad impedire che la buona scienza che si fa in Italia si traduca in una sostanziale innovazione tecnolo-gica e produttiva. Spesso si richiama il mito della Apple nata in un garage, a dimostrazione di un gap etnico-culturale italiano. Se si guarda alla realtà si scopre che gli sviluppi rivoluzionari dell'informatica in America sono stati resi possibili solo grazie all'enorme quantità di investimenti pubblici in ricerca operativa per lo sviluppo del complesso militare-industriale statunitense a partire dalla seconda guerra mondiale.
È la presenza di strutture, infrastrutture, reti coordinate che potenzino e valorizzino economicamente la capacità di innovazione del mondo scientifico, che permette la nascita di 'Apple' e la conseguente proliferazione di imprese.
E questo passa necessariamente per il poten-ziamento del ruolo dello Stato e della ricerca di base e l'adozione di meccanismi finanziari che premino l'inno-vazione tecnologica.

Incontro - Dibattito
Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli
Sala Conferenze
11 Aprile 2017, ore 17.00

Modera
Roberto Defez
Consiglio Nazionale delle Ricerche

Intervengono
Roberto Di Lauro,
Addetto Scientifico, Ambasciata d'Italia a Londra
Ricerca ed innovazione: una prospettiva d'oltremanica

Alessandro Commito,
HIT - Hub Innovazione Trentino
Il Trasferimento tecnologico dalla ricerca scientifica all'impresa

Giuseppe Martini,
Biostella srl, Roma
Ricerca scientifica e sviluppo economico e sociale nel settore della salute

Fabrizio Zilibotti,
Università di Zurigo
Ricerca scientifica, sviluppo tecnologico e distanza dalla frontiera

| Scarica il programma |

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information