Segnalazioni

Annuncio del concerto. In occasione del decennale della sua scomparsa, la ricercatrice dell'IGB Graziella Persico verrà ricordata con un Concerto Jazz in favore di AIRC che si terrà Venerdì 20 Ottobre presso il Conservatorio San Pietro a Majella a Napoli. Sarà l'occasione per ascoltare Il fratello di Graziella Bruno Persico che suonerà al pianoforte accompagnato da Enrico del Gaudio alla batteria e Luca Signorini al violoncello.
Graziella Persico (1950-2007) è stata una donna straordinaria ed una scienziata di grandissimo valore.
Importanti sono i suoi contributi scientifici, che spaziano dalla genetica umana alla biologia dei tumori. Esempi ne sono il clonaggio del gene G6PD, il primo gene identificato sul cromosoma X e la scoperta dei fattori di crescita Cripto e PlGF coinvolti sia nei normali processi di sviluppo che in fenomeni patologici.
Grazie anche alle sue notevoli capacità manageriali ed organizzative, Graziella è riuscita ad intraprendere una tra le più grandi iniziative presenti in Italia riguardanti l'analisi genetica di intere popolazioni.

Il 19-20 Ottobre 2017 si svolgerà presso la Sede Centrale del CNR (Aula Marconi - P.le Aldo Moro 7, Roma) il XII Congresso Nazionale dell'Istituto Nazionale Biostrutture e Biosistemi (INBB).

La partecipazione al Convegno è gratuita previo invio della scheda di iscrizione, reperibile sul sito www.inbb.it nella sezione Convegno, che dovrà pervenire alla Segreteria dell'I.N.B.B. via Fax o email.

| Scarica il Programma del Convegno |

Giovedì, 28 Settembre 2017 10:47

15th ‘Adriano Buzzati-Traverso Lecture’

Pavia, 23 ottobre 2017, ore 15,00
Aula 2 – Nuovo Polo Didattico (edificio color melanzana)
Via A. Ferrata 1
Inaugurazione dell'anno accademico del Dottorato in Genetica, Biologia Molecolare e Cellulare, Università di Pavia

Prof. Silvia G. Priori
Professore Ordinario di Cardiologia, Università di Pavia
Direttore Scientifico Istituti Clinici Scientifici Maugeri, Pavia
Direttore UO di Cardiologia e Cardiologia Molecolare, ICS Maugeri, Pavia e
Direttore Centro National de Investigaciones Cardiovasculares Carlos III, Madrid

Alla ricerca di una terapia molecolare per la cura delle Cardiomiopatie Aritmogene

| Download |

Venerdì, 15 Settembre 2017 16:46

Notte Europea dei Ricercatori 2017

Anche quest'anno torna la Notte europea dei ricercatori che avviene contemporaneamente in numerose città europee.

L'Italia ha aderito con 6 progetti in 52 città.

Pubblichiamo due delle iniziative che si svolgeranno a Roma il 26 e 29 settembre e a Palermo il 29 settembre.

Per saperne di più http://www.nottedeiricercatori.it/index.html

| Locandina Palermo | - | Brochure Palermo |
| Locandina Roma |

Da 100 anni a questa parte l'aspettativa di vita è notevolmente cambiata, passando da circa 40 a 80 anni per gli uomini e da 40 a 84 anni per le donne. Alla radice di questo notevole mutamento ci sono fattori diversi, dall'acqua potabile agli antibiotici, all'alimentazione. Tra questi, fondamentale è certo stato il contributo dei vaccini. Secondo le stime dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) i vaccini salvano 5 vite nel mondo ogni minuto, 7.200 ogni giorno. E consentiranno, entro il 2020, di aver evitato oltre 25 milioni di morti nel decennio che stiamo vivendo (Rappuoli e Vozza, 2013; Mantovani, 2016).
Insieme alle misure di risanamento ambientale i vaccini sono il principale strumento di sanità pubblica per la prevenzione e il controllo delle malattie infettive. Come evidenziato dall'analisi di dati epidemiologici raccolti in tutte le nazioni e da una serie enorme di pubblicazioni scientifiche, i vaccini sono un intervento medico a basso costo che risulta maggiormente efficace nel ridurre il carico di malattia e morte nel mondo. Grazie ai vaccini, oggi per ricordare che cosa sia un'epidemia di poliomielite o di difterite dobbiamo leggere Philip Roth, Mark Twain o Italo Svevo.

Sabato, 27 Maggio 2017 09:52

Premio Giovanni Magni

La Fondazione Adriano Buzzati-Traverso bandisce un premio di Euro 3.000,00 (tremila/00) lorde, per onorare la memoria del Prof. Giovanni Magni e ricordarne l'attività di ricerca e di insegnamento.

Il premio riguarda il miglior lavoro nel campo della genetica e biologia molecolare dei microrganismi, svolto in un laboratorio italiano nei due anni precedenti al bando e pubblicato su una rivista internazionale, da un ricercatore che alla data di emissione del bando non abbia ancora compiuto i 35 anni di età.

Venerdì, 28 Aprile 2017 08:43

La scomparsa di Riccardo Cortese (1944-2017)

Piangiamo la scomparsa di Riccardo Cortese, stroncato ieri a Basilea da un male incurabile.
E' questa una perdita incolmabile per la ricerca per la quale Riccardo ha dato contributi enormi in Italia e all'estero, non soltanto con le sue numerose scoperte nel campo della Biologia Molecolare di base ed applicata, ma anche per la sua capacità di "trasmettere" scienza agli altri e per la sua energia diretta a creare ambienti nei quali nuove generazioni di ricercatori potessero crescere e formarsi. Riccardo Cortese è stato un innovatore ed un maestro per tutti coloro che hanno incrociato la sua strada per un breve o per un lungo periodo della loro vita scientifica.
Nato a Siena nel 1944, si è laureato in Medicina e Chirurgia a Napoli e ha preso il PhD a Berkeley in California. E' diventato Professore Ordinario in Biologia Molecolare a Napoli nel 1980.

Giovedì, 13 Aprile 2017 17:11

Concorso LA SCIENZA NARRATA 2017

La scienza narrata è un concorso promosso da Merck dedicato a racconti che sappiano sviluppare efficacemente un intreccio tra scienza e letteratura: ai partecipanti si richiede un esercizio di scrittura creativa che contenga nella trama un elemento scientifico.

Con La scienza narrata, Merck intende rafforzare il suo impegno nella diffusione e promozione di una cultura della scienza, rivolgendosi ad un pubblico particolare: i giovani.

Oltre a stimolare una creatività individuale espressa attraverso l'arte del racconto, l'obiettivo che Merck si pone è di attivare, attraverso la scrittura, un interesse ad approfondire temi scientifici di grande attualità, come le nuove frontiere della medicina, la genetica o le biotecnologie e, allo stesso tempo, di raccontare la scienza attraverso un linguaggio più semplice e diretto, permettendole di uscire dagli abituali ambiti spesso troppo specialistici.

Fino al 16 aprile è in programma al Teatro Eliseo di Roma lo spettacolo 'Il segreto della vita' che ha come soggetto la vita di Rosalind Franklin e la storia della scoperta della struttura del DNA, che fruttò il premio Nobel a James Watson e Francis Crick.
La Franklin con le sue spettacolari foto di diffrazione ai raggi X riuscì a trovare la chiave del DNA, ma Watson e Crick sfruttarono la sua famosa foto 51 per sviluppare il modello del DNA passando alla storia come i veri protagonisti della scoperta e ricevendo nove anni dopo il Nobel.
Per la rappresentazione l'istituto di Cristallografia del CNR ha fornito la consulenza scientifica per la corretta definizione dei termini e delle procedure che venivano effettuate all'epoca per le misure con i Raggi X sulle molecole biologiche.

www.teatroeliseo.com/eventi/rosalind-franklin-il-segreto-della-vita
www.teatroeliseo.com/news/il-segreto-della-vita-trailer
www.cnr.it/it/evento/15012

Lunedì, 13 Marzo 2017 11:53

In ricordo di Anna Tramontano

Il mondo della Ricerca Italiana piange la prematura scomparsa di Anna Tramontano. Anna Tramontano ha studiato fisica all'Università di Napoli Federico II, e ha iniziato la sua attività di ricerca all'Istituto di Genetica e Biofisica (IGB) del CNR dove si è subito dedicata allo studio della biologia computazionale nel gruppo di Antonio Cascino. Dopo un periodo di post-dottorato alla Università della California San Francisco (UCSD), ha lavorato alcuni anni all'EMBL ad Heidelberg nel Programma di Biocomputing come staff scientist. Nel 1990 è rientrata in Italia come Direttore del Dipartimento di Chimica e Biologia Computazionale dell'Istituto di Ricerche di Biologia Molecolare (IRBM P. Angeletti) a Pomezia, allora diretto dal prof. Riccardo Cortese. Nel 2001 è diventata Professore Ordinario di Biochimica prima nel Dipartimento di Scienze Biochimiche e poi nel Dipartimento di Fisica dell'Università La Sapienza di Roma.

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information