L’importanza del salvaguardare la biodiversità del metagenoma nelle popolazioni umane

Prof. Duccio Cavalieri
Dipartimento di Biologia Università degli Studi di Firenze

Negli ultimi dieci anni l'applicazione delle moderne tecnologie di sequenziamento allo studio delle comunità microbiche umane sta indicando come il delicatol'equilibrio fra salute e malattia passi anche da una corretta interazione fra i nostri geni e quelli dei microorganismi che risiedono nel nostro organismo.
L'approccio metagenomico oggi fornisce la possibilità di collegare le attività funzionali di comunità microbiche specifiche alla salute dell'ospite.
È ormai dimostrato come le abitudini alimentari abbiano un ruolo nella composizione e nella caratterizzazione del microbiota intestinale che a sua volta ha un ruolo cruciale nella modulazione del sistema immunitario.
La globalizzazione della dieta, la sanificazione di alimenti e procedure industriali, l'utilizzo di antibiotici nei cicli produttivi e nell'uomo, hanno progressivamente ridotto la biodiversità del nostro microbiota e standardizzato le comunità microbiche umane.
Le società rurali tradizionali devono essere viste come biobanche preziosissime di quel patrimonio di microrganismi ambientali e alimentari che per miglialia anzi milioni di anni hanno fomato il nostro sistema immune addestrandolo a riconoscere in modo infallibile i microorganismi utili da quelli dannosi.
Comprendere come la globalizzazione alteri l'equilibrio tra sistema immune e dieta è strumentale al fine di intervenire nella cura di patologie sempre più emergenti nel nostro mondo occidentale, tra cui spiccano le malattie infiammatorie croniche intestinali e le patologie autoimmuni.
Preservare questa nuova dimensione della biodiversità diventa una delle principali strategie per politiche di un mantenimento in salute sostenibile.

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information