Vaccini. Una campagna contro il virus della disinformazione
Lunedì, 16 Luglio 2018 11:01

Vaccini. Una campagna contro il virus della disinformazione

Abbassare la guardia può significare permettere la ricomparsa nei nostri figli di malattie di cui ci siamo dimenticati, come sta avvenendo con il morbillo da un paio d'anni. Quella che viene propagandata come una libertà di scelta è in realtà la privazione di un diritto dei nostri figli.

Il dibattito sul ruolo delle vaccinazioni per la difesa e la prevenzione di malattie molto spesso mortali è all'ordine del giorno, e sta lentamente scivolando verso un'unica questione: se sia o meno corretto che siano obbligatorie, soprattutto per i propri figli.

Nel 2017 la Società Italiana di Farmacologia ha pubblicato un corposo documento che descrive la "forza" dei vaccini per la salute e sottolinea le soluzioni per soggetti particolari.

I vaccini sono gli strumenti terapeutici di maggior successo per il controllo delle patologie infettive, per efficacia ed efficienza. Talmente efficaci che una patologia drammaticamente grave come il vaiolo è stata completamente eradicata e di altre, come la poliomielite, la diffusione è stata considerevolmente ridotta e limitata a piccoli focolai in Paesi dove la copertura vaccinale non è stata completata, ovvero dove le motivazioni religiose ne precludono la diffusione.

La scomparsa di queste malattie, che fino a pochi decenni fa hanno mietuto milioni vittime, ha fatto diminuire la paura di esse. Contemporaneamente, a causa di allarmi infondati sulla pericolosità dei vaccini, si è diffusa nella popolazione la diffidenza verso la somministrazione di vaccini, di cui non viene più colta la necessità e l'importanza. Attenzione però!

Abbassare la guardia può significare permettere la ricomparsa nei nostri figli di malattie di cui ci siamo dimenticati, come sta avvenendo con il morbillo da un paio d'anni. Quella che viene propagandata come una libertà di scelta è in realtà la privazione di un diritto dei nostri figli...

Articolo pubblicato sul sito www.quotidianosanita.it
Continua a leggere l'articolo...

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information